Sogno bagnato sogno fortunato
CONDIVIDI

04 Jun, 2016

Articolo

Sogno bagnato sogno fortunato

“Da grande voglio far camminare la gente sull’acqua”.
Fu questa verosimilmente la risposta che Christo diede alla classica domanda a cui tutti almeno una volta nella vita abbiamo dovuto rispondere,
il punto cardine intorno al quale è ruotata la sua carriera artistica che lo ha portato a fama e successo.
Il suo percorso però non è sempre stato rose e fiori poiché per arrivare a vedere il suo progetto realizzato ha dovuto incassare diversi rifiuti che è riuscito a superare con grande tenacia e fiducia nei propri mezzi.
“Nel 1970 siamo stati invitati per un progetto in Argentina. Volevamo fare lì The Floating Piers e l’abbiamo proposto per il Río de la Plata, vicino a Buenos Aires. Però non siamo riusciti ad avere l’autorizzazione. Abbiamo creato molti altri progetti tra il 1970 e il 1995, ma non abbiamo mai abbandonato l’idea di poter camminare sull’acqua. Per questo abbiamo ripreso in considerazione The Floating Piers” comunica l’artista intervistato da Vogue Italia.
Prosegue poi dicendo che l’idea della moglie era quella di realizzarlo in Giappone, dove tra l’altro avrebbe dovuto faticare meno ma (altra dimostrazione di grande tenacia) ha deciso di concentrare tutte le sue energie per arrivare a ottenere un permesso e dare agli abitanti di Montisola la possibilità di raggiungere la terraferma a piedi per la prima volta.
Il sogno finalmente sarà realizzato, Christo vi aspetta dal 18 giugno al 3 luglio per un’esperienza unica e irripetibile.

Gruppo di lavoro
Istituto Madonna della Neve
COMPONENTI

Fabio Prandini
Matteo Pizziol
Giovanni iannone

Altri progetti
Istituto Madonna della Neve   29 Jun, 2018
Istituto Madonna della Neve   22 Jun, 2018
Istituto Madonna della Neve   16 Jun, 2018