Voglio fare l'imprenditore! Cercasi testimone
CONDIVIDI

27 Apr, 2018

Progetto per alternanza scuola-lavoro.
Per la realizzazione di questo lavoro abbiamo raccolto varie informazioni prima di partecipare alla conferenza di giovedì 12 aprile 2018 in sala Libretti. in seguito abbiamo scritto gli articoli ed editato i video.

Articolo 3000 battute l'edizione cartacea

“Tutti siamo imprenditori di noi stessi”. Queste le parole con cui la direttrice responsabile del GdB, Nunzia Vallini, il 12/04/2018 apre il secondo di quattro incontri sull’imprenditoria, organizzati dalla Compagnia delle Opere nell’auditorium “Giuseppe Libretti” presso la sede del giornale.
Per primo prende la parola Paolo Paoletti, presidente della Compagnia delle Opere Lombardia Sud-Est, che dopo una breve introduzione presenta Barbara Fontana, presidente e AD della Fontana Industrie Vernici srl, un’azienda storica specializzata nella produzione di vernici per segnaletica stradale orizzontale, affermata tra i principali leader italiani del settore in collaborazione con ASSO (Associazione Segnaletica Stradale), ANAS e UNI (ENTE ITALIANO DI UNIFICAZIONE).
La relatrice espone al pubblico, nel quale emergono i giovani, destinatari principali di questi incontri, la storia della sua azienda. Quest’ultima, molto antica, apparentemente non c’entra nulla con lei, giovane studentessa di giurisprudenza che pensa ad un futuro da magistrato, ma improvvisamente s’intreccia alla sua vita quando, all’inaspettata morte del padre, si ritrova a soli ventitré anni a dover prendere in mano le redini dell’impresa di famiglia.
La sua scelta deriva dunque dalla necessità del momento, ma prosegue come passione: “Fin quando il mio lavoro mi piace e riesco a trasmettere qualcosa a qualcuno” -afferma la sig.ra Fontana - “continuerò a lavorare”.
L’imprenditrice continua spiegando come la sua azienda abbia avuto una notevole crescita a livello culturale e manageriale, traendo vantaggio dalla fusione (durata circa dieci anni) con un colorificio del Lago d’Iseo, che possedeva una struttura operativa e di produzione molto più all’avanguardia rispetto alla loro. Successivamente, per mantenere una crescita costante l’azienda decide di ricorrere ad una nuova fusione con un’unità produttiva in Toscana, la quale si rivela un’arma vincente (e valida ancora oggi). E’ proprio la parola-chiave “fusione”, assieme a “sinergia”, “empatia” e “spirito di aggregazione”, a costituire il nucleo del discorso di Barbara, che non manca di incoraggiamenti e spunti per i più giovani, desiderosi di scoprire qualche trucco del mestiere.
In seguito, facendo diversi richiami alla sua esperienza personale, la relatrice delinea quasi un identikit del perfetto imprenditore, che oltre ad essere una figura carismatica e piena di ambizione deve “avere una certa flessibilità” poiché “molto spesso deve adattarsi a delle situazioni che non rientrano nella sua formazione” e anche essere “sempre alla ricerca costante e continua di innovazione per stimolare l’interesse dei clienti”.
Altri punti fondamentali sfiorati durante l‘incontro sono la distinzione tra quantità e qualità del tempo trascorso sul posto di lavoro, la difficoltà di conciliare famiglia e carriera e senza dubbio la passione, che è il filo conduttore di tutto il discorso.
Infine, ai giovani che vogliono intraprendere una carriera simile alla sua, l’imprenditrice consiglia di appoggiarsi a delle figure di riferimento e di seguire i propri sogni, ricordando che “un giovane deve avere una buona volontà, una buona determinazione e soprattutto non deve abbattersi se all’inizio gli insuccessi ci sono”.

Articolo destinato all'edizione web

Il 12/04/2018 ha luogo il secondo di quattro incontri trattanti il mondo dell’imprenditoria, organizzati dalla Compagnia delle Opere presso la sede del Giornale di Brescia.
Prende inizialmente la parola Paolo Paoletti, presidente della CDO, presentando al pubblico Barbara Fontana, amministratrice della FIV, azienda storica famigliare specializzata nella produzione di vernici per la segnaletica stradale orizzontale.
Durante la conferenza, destinata ad un pubblico giovane con aspirazione imprenditoriale,Barbara racconta il suo percorso da studentessa universitaria ad AD di una slr. A soli ventitré anni, in seguito alla morte del padre, si ritrova a capo di una grande azienda e prende così avvio la sua carriera.
L’imprenditrice continua spiegando come, grazie alla fusione con altre aziende (ANAS, UNI, ASSO) e grazie a spirito di adattamento e fiducia, abbia raggiunto un notevole sviluppo all’interno del campo.
Delinea inoltre un “modello” di imprenditore: oltre ad essere una figura carismatica e piena di ambizione, deve essere flessibile, sempre alla ricerca di innovazioni e avere spirito d’iniziativa.
Sfiora svariati punti tra cui il suo ruolo in famiglia, il rapporto con i dipendenti ed infine consiglia a tutti di seguire la propria passione e i propri sogni perché, citando le parole dette dalla direttrice responsabile del GdB Nunzia Vallini in apertura all’incontro, “tutti siamo imprenditori di noi stessi”.

box di approfondimento per l'edizione cartacea

La Compagnia delle Opere, ha promosso di recente l’organizzazione di vari incontri (pensati soprattutto per un pubblico di giovani) in cui imprenditori affermati forniscono la propria testimonianza a proposito della propria esperienza lavorativa e in cui si condividono e discutono tematiche comuni.
Questo confronto porta i giovani ad aprirsi verso un nuovo ideale imprenditoriale e li incoraggia a sviluppare il loro talento, ma ricorda anche che diventare imprenditore non è un'impresa facile, ma che anzi richiede molto impegno e molti sacrifici, che porteranno, però, a grandi soddisfazioni.

I relatori dell’ultimo incontro, svoltosi nella sala Libretti del Giornale Di Brescia, sono stati Barbara Fontana, a capo dell’industria specializzata in segnaletica orizzontale (FIV), e Paolo Paoletti (presidente della Compagnia delle Opere).

Di seguito vi proponiamo alcune domande che gli abbiamo posto dopo la conferenza, che riteniamo essere ricche di spunti e incoraggiamenti.

AVETE MAI AVUTO MOMENTI DI SCONFORTO? COME LI AVETE SUPERATI?
BF: I momenti di sconforto ci sono sempre, soprattutto perché non è un lavoro semplice. L’ importante è non abbattersi subito ma avere la forza di reagire e superarli, come del resto succede in tutti i campi, poichè quando ci troviamo di fronte a difficoltà la via più facile è quella di mollare, invece è proprio la forza con cui sono andata avanti che mi ha fatto arrivare fino a dove sono ora.
PP: Io personalmente li supero perché sono cosciente che non sono determinato da quell’istante, ma sono molto di più di esso.

DA DOVE PRENDETE LA VOSTRA SICUREZZA?
BF:Dall’esperienza e dal tempo, poiché ti portano ad una maggiore maturità e fiducia, cosicché si possa trasmettere qualcosa ad altri.
PP: Dal confronto con le persone a cui tieni di più

Videointervista a Barbara Fontana e Paolo Paoletti

Videointervista agli spettatori della conferenza

La nostra esperienza al GdB

Presentazione scuola

Gruppo di lavoro
Liceo Veronica Gambara
COMPONENTI

Poli Selene
Pedrotti Alessia
Gardoni Giulia
Bussacchetti Sofia

Altri progetti
Istituto Madonna della Neve   29 Jun, 2018
Istituto Madonna della Neve   22 Jun, 2018
Istituto Madonna della Neve   16 Jun, 2018