Droni a Brescia: La sicurezza si rivoluziona.
CONDIVIDI

27 Apr, 2018

Il nostro lavoro si è basato su una ricerca inerente all' utilizzo dei droni per il controllo della città, abbiamo chiesto opinioni alla gente del posto e indagato sull' utilizzo di questi di questi nuovi dispositivi.

Droni a Brescia: la sicurezza si rivoluziona (testo destinato all'edizione cartacea)

La nuova iniziativa bresciana, che a breve prenderà vita, consiste nell’utilizzo di strumenti tecnologici aeromobili meglio conosciuti come droni, per sorvegliare dall’alto la città. La città di Brescia ha acquistato tre droni grazie ad un bando che potranno sostituire così un gran numero di telecamere per il controllo del territorio.
L’utilizzo di questi apparecchi sarà abilitato unicamente alla Polizia Locale, infatti, questi droni servono per sostenere il lavoro della polizia nel controllo del territorio. Sono nati con funzione antiterroristica ma verranno utilizzati anche nell’ambito investigativo. In molte città questa iniziativa ha già preso vita e per questo la distribuzione degli aereo-mobili è aumentata in larga scala. Nelle ultime olimpiadi invernali i droni sono stati utilizzati per identificare le persone e per controllare le zone interessate alla manifestazione.
La polizia locale di Brescia negli ultimi mesi si è impegnata a formare i propri agenti riguardo al corretto utilizzo dei droni svolgendo alcuni corsi e testando gli apparecchi in diverse zone della città: infatti per poter pilotare questi aereo-mobili serve avere un brevetto, un’autorizzazione, un certificato medico e un’assicurazione. Il progetto dovrebbe avere inizio verso maggio e solo dopo una prima esperienza sul campo potremo avere un’idea chiara sull’utilità di queste apparecchiature.
I cittadini si sono espressi per la maggior parte a favore di questa iniziativa anche se qualcuno pensa che l’utilizzo dei droni possa invadere la privacy delle persone e che il servizio svolto dagli agenti sia più efficiente. Il tema più discusso è proprio la possibile invasione della privacy ma questi apparecchi andranno a sostituire le telecamere con l’unica differenza di potersi muovere. Infine, alle porte della città, saranno presenti dei cartelli in cui verrà segnalato l’utilizzo di queste nuove apparecchiature.
Esistono vari aspetti positivi come il controllo di grandi folle di persone che avverrà con i droni risparmiando sui costi di attrezzature aeromobili come elicotteri. Alcuni aspetti positivi sono la possibilità di avere meno agenti per le strade, controllo di una superficie più ampia e quindi la possibilità di un intervento più veloce in caso di bisogno,cogliendo sul fatto eventuali reati.
Insomma: se nei prossimi prossimi giorni si vedranno volare strani oggetti nel cielo della città di Brescia non si tratterà, quindi, di UFO ma di oggetti destinati a garantire una maggiore sicurezza a tutti i cittadini.

Droni a Brescia: la sicurezza si rivoluziona (testo destinato al web)

La nuova iniziativa per la sicurezza della città di Brescia consiste nell’introduzione dei droni per il pattugliamento della città.
In realtà, l’idea non è nuova perché già in altre città e durante alcuni eventi, ad esempio per le olimpiadi invernali questi strumenti sono già stati utilizzati soprattutto a scopo antiterroristico. Anche Brescia ha scelto di provare a sperimentare questo moderno mezzo di controllo del territorio. Il progetto, che ora è in fase di sperimentazione, diventerà operativo tra qualche mese. Per il momento, si possono già vedere i droni volare in alcuni parchi cittadini.
La Polizia Locale si occuperà della gestione di questi nuovi strumenti e, proprio per questo, alcuni agenti seguiranno un apposito corso di formazione per imparare a utilizzarli al meglio. Abbiamo voluto approfondire la notizia intervistando alcuni cittadini bresciani. Nessuno degli intervistati era a conoscenza dell’iniziativa: sono emerse diverse opinioni. La maggior parte ritiene che sia un iniziativa utile in quanto attraverso questi strumenti è possibile un maggior controllo del territorio ed il rintraccio di persone che commettono reati. Quindi, l’amministrazione comunale dimostra così di tenere molto al tema della sicurezza.
Alcuni cittadini, invece hanno mostrato perplessità perché un controllo di questo tipo può, a loro dire, violare la privacy delle persone. Le persone si chiedono in che modo verranno tutelate le immagini che i macchinari filmeranno.

Cosa ne pensano i cittadini? (box di approfondimento per l'edizione cartacea)

Abbiamo intervistato un campione di abitanti della città, chiedendo un parere sull’ introduzione dei droni per il pattugliamento cittadino. Siamo riusciti a intervistare diverse fasce d’età che ci hanno dato riscontri diversi. La maggioranza era a favore dell’introduzione di questi apparecchi ma abbiamo riscontrato differenze tra gli intervistati più anziani e quelli più giovani. Nonostante ciò, ci sono stati soggetti contro questa iniziativa perché secondo la loro opinione potrebbe invadere la privacy dei cittadini.
Analizzando accuratamente le due opinioni notiamo che le persone a sfavore dell’iniziativa insistono sulla violazione della privacy e sono della classe d’età più giovane. I più anziani, invece,non pensano ci possa essere un problema sulla privacy ma pensano sia più importante la sicurezza nelle strade, poiché secondo i dati che abbiamo trovato la nostra provincia è nei primi posti in Italia nei reati quali spaccio e scippo.
Tutte le persone intervistate non erano a conoscenza dell’iniziativa, ma comunque hanno cercato di dare un loro parere, questo ci fa capire che la notizia non è stata per niente pubblicizzata e i cittadini non sono stati informati a dovere.
Questo è attualmente il pensiero dei cittadini della città di Brescia ma per capire meglio la questione dovremmo aspettare l’utilizzo vero e proprio della tecnologia, intanto cerchiamo di farci un’idea su questa nuova frontiera utilizzata dalla polizia.

Foto gallery.

Intervista 1

Intervista 2

Criminalità a Brescia: un "dizionario" per capire (box di approfondimento destinato all'edizione cartacea)

Criminalità Brescia: un dizionario per capire
Crimini maggiori:
- sequestro di persona (un episodio)
- spaccio
- prostituzione
- furti d’auto
Droni:
Aereomobili altamente performanti, definiti SAPR (per operazioni di tipo professionale)
Utilizzo a brescia solo da polizia locale,principale utilizzo pattugliamento,non si potrebbero attuare inseguimenti in caso di violazione del codice stradale,quindi la quantità di multe non aumenterebbe

Tema molto discusso è la privacy,i droni sono concepiti come sistemi di sorveglianza (telecamere) con cartelli all’ingresso della città per avvisare i cittadini dell’utilizzo di questo sistema di sicurezza

Vantaggi:
-possibilità di controllo di grandi folle senza l’utilizzo di elicotteri,quindi risparmio economico
-comodità di pattugliamento rispetto ad agenti a piedi o in bicicletta
-velocità maggiore di pattugliamento(i droni raggiungono fino ai 80km/h)
Difetti:
-per l’utilizzo dei droni è necessaria la patente,quindi anche corsi di formazione per far imparare alle pattuglie come guidare gli accessori

Gruppo di lavoro
Liceo Scientifico Moretti
COMPONENTI

Andrea Zaina
Davide Gussago
Lorenzo Cancarini
Marco Pedretti

Altri progetti
Istituto Madonna della Neve   29 Jun, 2018
Istituto Madonna della Neve   22 Jun, 2018
Istituto Madonna della Neve   16 Jun, 2018