The Floating Piers: ciò che la gente (non) sa
CONDIVIDI

04 Jun, 2016

Abbiamo svolto un sondaggio per capire cosa la gente pensa e sa sul ponte di Christo. Abbiamo sviluppato l'articolo sulla lettura dei dati.

The Floating Piers: ciò che la gente (non) sa

Cosa sa la gente de “The Floating Piers”? Cosa ne pensa? Al progetto del ponte galleggiante sul lago d'Iseo Christo, artista di fama mondiale, lavora dal 2014. Si tratta di una passerella sospesa che parte da un vicoletto nel cuore del paese di Sulzano e arriva a Peschiera Maraglio, frazione di Montisola, l'isola lacustre più grande d'Europa. E' un ponte di circa 3 km, di colore giallo cangiante, che si articola anche lungo le strade dei due paesini citati per quasi 1,5 km. Questa installazione ha suscitato ,sì, interesse, ma anche varie polemiche. Incuriositi da ciò che ne pensa la gente del posto, che sarà ”costretta” a viverla, abbiamo deciso di fare un sondaggio rivolto a un campione di cinquanta persone di età differenti circa le loro percezioni nei confronti dell'opera e quanto ne sono informati. Osservando i risultati del sondaggio abbiamo notato che la maggioranza è entusiasta dell'evento e ha intenzione di parteciparvi, anche se il 68% delle persone ritiene che l'installazione recherà alcuni disagi. Una buona parte degli intervistati non è d'accordo con l'idea di mantenere la struttura per sole due settimane, tuttavia questa scelta è stata giustificata da Christo dicendo “finiti i 16 giorni sarà distrutta [...] resterà nei vostri cuori”. Inoltre ci siamo resi conto che, nonostante manchi relativamente poco all'apertura del ponte, non tutte le persone si sono informate abbastanza sui dati fondamentali come l'orario d'apertura, la lunghezza e la portata massima della passerella, il numero di visitatori stimato e le regole generali. Prima di tutto il 38% degli intervistati non era a conoscenza del fatto che il ponte, oltre ad essere gratuito, sarà aperto ventiquattro ore su ventiquattro e durante la notte sarà appositamente illuminato. Esso potrà essere attraversato unicamente a piedi, senza l'ausilio di mezzi non a motore, quali skateboard, pattini e biciclette; queste ultime potranno essere lasciate in una delle numerose rastrelliere che verranno installate a Sulzano, poiché le zone limitrofe saranno bloccate al traffico. Un'altra informazione importante è il numero di persone che la passerella potrà reggere (17.000) e per ragioni di sicurezza verrà messo in atto un sistema di conta-persone; si stima che ogni giorno affluiranno circa 45.000 visitatori.
Molti di voi avranno pensato che sia un progetto troppo ambizioso, ma come disse Jeanne-Claude, moglie di Christo “Non pianifichiamo mai l'impossibile. Può sembrare irrealizzabile ad alcuni, ma noi siamo realisti”.

Gruppo di lavoro
Istituto Madonna della Neve
COMPONENTI

Martina Fettolini, Giuliana Gandossi, Benedetta Marrale, Martina Floris

Altri progetti
Istituto Madonna della Neve   29 Jun, 2018
Istituto Madonna della Neve   22 Jun, 2018
Istituto Madonna della Neve   16 Jun, 2018