CidneON: Brescia brillerà di nuovo?
CONDIVIDI

15 Mar, 2017

Un bilancio sul Festival Internazionale delle Luci tenutosi nel Castello di Brescia e qualche previsione per la seconda edizione

CidneON: Brescia brillerà di nuovo?

ARTICOLO PER L'EDIZIONE CARTACEA
CidneOn: Brescia brillerà di nuovo?
Il Festival Internazionale delle Luci CidneOn è stato un evento organizzato dal Comitato Amici del Cidneo Onlus in collaborazione con l’associazione Cieli Vibranti con l’obiettivo di valorizzare il Castello di Brescia. L’iniziativa si è svolta nelle serate dall’11 al 15 febbraio 2017, nelle quali il Castello ha accolto un gran numero di visitatori proponendo spettacoli di luci e musica lungo tutto il percorso della fortezza bresciana; si è trattato di un’iniziativa unica in Italia e per la prima volta realizzata in un castello che ha accolto 150mila persone in cinque giorni.
“Siamo molto soddisfatti” dice Andrea Faini, uno dei direttori artistici dell’Associazione Cieli Vibranti, “avevamo molta fiducia in questo progetto perché innovativo e mai realizzato prima d’ora in Italia. Abbiamo organizzato questo evento in collaborazione con Glow (Festival di Eindhoven) e aspiriamo con una seconda edizione ad entrare nella rete dei Festival Internazionali delle Luci. Gli obiettivi che inizialmente si erano posti gli Amici del Cidneo sono stati pienamente raggiunti: fare conoscere qualcosa di nuovo e valorizzare il Castello. È stato infatti il suo valore aggiunto a portare un così grande numero di visitatori. Le aspettative erano alte, se ne erano stimati 50mila, che sono stati ampiamente superati già nelle prime serate. Ovviamente ci sono stati degli ostacoli, coinvolgere diversi enti e associazioni della città e del Castello non è stato facile, il tempo per organizzare non era molto, solo quattro mesi e, come tutti ben sanno, uno dei problemi principali è stata la gestione dell’afflusso di pubblico per cui ci siamo organizzati in corso d’opera”.
Idee per il futuro. “L’obiettivo di lungo periodo” continua Faini “è quello di puntare sulla cultura per rilanciare la città. Il Castello rimarrà centrale ma nel caso in cui ce ne sarà bisogno si pensa di sfruttarne anche la parte esterna. Si spera in un budget maggiore (quest’anno di 300mila euro circa) per aumentare anche il numero di installazioni oltre che la durata del Festival. L’ingresso rimarrà gratuito, ma per recuperare i fondi pensiamo a cene con gli sponsor, visite guidate nei giorni di pre-apertura e ingressi preferenziali a pagamento su prenotazione”.
“La bellezza dell’evento sta nel fatto che è nato dal basso” racconta l’assessore alla cultura Laura Castelletti “ad opera dell’associazione Amici del Cidneo ed è servito a valorizzare il Castello che non è troppo conosciuto ma è stato molto apprezzato dai turisti, tra cui anche persone venute dall’estero. Gli ostacoli principali sono stati la raccolta di fondi e la gestione di un luogo complesso come il Castello soprattutto nell’accogliere il pubblico. Questo festival simboleggia una vera e propria accensione dell’attenzione sul Castello che proseguirà il 25 marzo con una nuova illuminazione totale, a led e quindi a basso consumo energetico, realizzata da A2A”. Inoltre l’assessore sottolinea che sono molte le iniziative messe in atto per rilanciare il luogo.

Opinioni dei bresciani

BOX DI APPROFONDIMENTO PER L'EDIZIONE CARTACEA

ANNA MARIA, 55
Ha apprezzato l’evento?
“Sì, mi è sembrato molto interessante e degno della visita. Mi è piaciuta molto l’installazione “Brescia da leggere” alla Torre di Mezzo che raccoglieva le citazioni di personaggi illustri che hanno nominato Brescia nel tempo”.
Trova che il Castello sia una location adatta per un evento di questo tipo?
“Mi è sembrata particolarmente adatta; è un luogo di per sé suggestivo e questo tipo di spettacolo ne ha aumentato la suggestione”.
Ha fatto molta coda?
“Non molta, circa quaranta minuti, perché sapendo del disagio dei giorni precedenti ho pensato di andare un po’ prima dell’apertura”.
Cosa non le è piaciuto?
“La rapidità con cui bisognava spostarsi da un’installazione all’altra che limitava la libertà del singolo visitatore di decidere quanto tempo fermarsi ad ogni tappa. Inoltre, se posso esprimere un parere personale, se l’evento fosse durato più giorni, non ci sarebbero stati problemi nell’accogliere il grande afflusso di pubblico”.

ANDREA, 17
Hai apprezzato l’evento?
“Il festival mi è piaciuto molto e posso dire che sia stato pubblicizzato davvero bene. In particolar modo ho apprezzato l’installazione “Labirinto del Tempo” ma anche “IL Giardino della Memoria” che, con effetti di luce, creava un’atmosfera piuttosto suggestiva e particolare”.
Trovi che il castello sia stato una location adatta ad un evento di questo tipo?
“Sì, la location è stata una scelta azzeccata per la novità dell’evento che all’interno è stato gestito molto bene sia dal punto di vista del percorso sia per l’afflusso di persone. Sono stato particolarmente fortunato, ho fatto solamente trenta minuti di coda a differenza di molti atri che, nei giorni precedenti, hanno atteso molto di più”.

CidneON: Brescia brillerà di nuovo?

testo per l'edizione web

CidneOn: Brescia brillerà di nuovo? (web)
Il Festival Internazionale delle Luci CidneOn è stato un evento organizzato dal Comitato Amici del Cidneo Onlus in collaborazione con l’associazione Cieli Vibranti con l’obiettivo di valorizzare il Castello di Brescia. L’iniziativa si è svolta nelle serate dall’11 al 15 febbraio 2017 nelle quali sono stati proposti spettacoli di luci e musica lungo tutto il percorso. Si è trattato di un’iniziativa unica in Italia e per la prima volta realizzata in un castello che ha accolto 150mila persone in cinque giorni.
“Siamo molto soddisfatti” dice Andrea Faini, uno dei direttori artistici dell’Associazione Cieli Vibranti, “avevamo molta fiducia in questo progetto perché innovativo e aspiriamo con una seconda edizione ad entrare nella rete dei Festival Internazionali delle Luci”.
Idee per il futuro. “L’obiettivo di lungo periodo” continua Faini “è quello di puntare sulla cultura per rilanciare la città. Il Castello rimarrà centrale ma nel caso in cui ce ne sarà bisogno si pensa di sfruttarne anche la parte esterna. L’ingresso rimarrà gratuito, ma per recuperare i fondi pensiamo a cene con gli sponsor, visite guidate nei giorni di pre-apertura e ingressi preferenziali a pagamento su prenotazione”.
“La bellezza dell’evento sta nel fatto che è nato dal basso” racconta l’assessore alla cultura Laura Castelletti “ad opera dell’associazione Amici del Cidneo ed è servito a valorizzare il Castello. Questo festival simboleggia una vera e propria accensione dell’attenzione sul Castello che proseguirà il 25 marzo con una nuova illuminazione totale realizzata da A2A.”

CIDNEON FESTIVAL DELLE LUCI

Gruppo di lavoro
Liceo Classico Arnaldo
COMPONENTI

Greta Di Noia
Sara Facchini
Anna Aliprandi
Margherita Zadra

Altri progetti
Istituto Madonna della Neve   29 Jun, 2018
Istituto Madonna della Neve   22 Jun, 2018
Istituto Madonna della Neve   16 Jun, 2018