Pianeta rifiuti: la raccolta differenziata e il riciclaggio della plastica

14 Apr, 2017

Analisi della raccolta differenziata e del riciclaggio della plastica a Brescia e provincia

Brescia e dintorni: la raccolta differenziata e il riciclaggio della plastica

ARTICOLO PER L'EDIZIONE CARTACEA
La differenziata è un sistema di raccolta dei rifiuti praticato ormai in molti comuni della provincia di Brescia, tuttavia il rispetto delle sue regole lascia a desiderare: infatti i rifiuti sono molto spesso abbandonati sui bordi delle strade, lasciati al di fuori degli appositi cassonetti o addirittura mischiati rendendo inefficace la raccolta e la presenza stessa delle diverse tipologie di cassonetto. I rifiuti smaltiti in modo non corretto inquinano successivamente l’ambiente e alterano l’ecosistema in cui viviamo. Grazie alla raccolta differenziata, tuttavia, è stata evitata l’emissione in discarica di 29 milioni di metri cubi di rifiuti.

La plastica, tra tutti i materiali riciclabili, è quello maggiormente riutilizzabile ma anche quello che, se non trattato con misure adeguate, inquina di più in quanto la sua scomposizione è lentissima. Perciò lo smaltimento della plastica attraverso il processo di raccolta differenziata è fondamentale e non deve essere tralasciato. Nel 2015 sono state smaltite circa 900.000 tonnellate di plastica proveniente dalla raccolta differenziata e 324.000 tonnellate di imballaggi che ancora faticano a trovare uno sbocco per il riciclo sostenibile. Il riciclo della plastica supporta quindi un’economia e uno sviluppo sostenibili che aiutano l’ambiente.

Il recupero e il riciclaggio della plastica dei paesi che abbiamo analizzato (Calvisano, Pavone Mella e Verolanuova) è gestito da Corepla e Coges. Abbiamo intervistato alcuni responsabili delle de aziende per saperne di più:

D - Come viene riutilizzata la plastica e quali oggetti si possono creare?
R - Corepla “Il riciclo della plastica è un sistema industriale di eccellenza a livello europeo. Non si fanno solo piccoli oggetti ma anche produzioni industriali, per esempio per l’Automotive parte delle auto è fatta con plastica riciclata ovvero tessuti, imbottiture, cruscotti. Con la plastica riciclata si fanno un miliardo di cose.
R Coges “Abbiamo i contratti con i comuni e raccogliamo la plastica prodotta dai cittadini. La plastica poi la mandiamo ad un impianto a Montello, in provincia di Bergamo: lì fanno la selezione a seconda del tipo di plastica, della colorazione, del tipo di polimero. Deriva di tutto dalla plastica: sia nuova plastica che addirittura maglioni.”

D - Viene riutilizzata tutta la plastica o alcune parti vengono scartate? Dove vengono raccolte queste parti?
R - Corepla “Noi ritiriamo tutto ciò che ci viene conferito nella raccolta differenziata. Noi ricicliamo gli imballaggi di plastica. Le parti che vengono scartate vanno tendenzialmente alla termovalorizzazione.”
R - Coges “ La plastica che noi raccogliamo riguarda una parte di tutta la plastica che c’è sul mercato, cioè non solo gli oggetti ma soprattutto gli imballaggi perché dall’organizzazione governativa italiana è previsto e finanziato questo tipo di riciclaggio.”

Nella città di Brescia a partire dal 2016 la società a2a ha promosso una nuova raccolta differenziata che prevede la divisione della città in 5 zone. I cassonetti sono muniti di una calotta apribile con una tessera rilasciata ai residenti della città.

All’interno della provincia di Brescia la raccolta differenziata è presente attraverso varie modalità: abbiamo quindi analizzato i paesi di Calvisano, Pavone Mella e Verolanuova.

CALVISANO La raccolta differenziata si effettua ormai da molti anni dal 76,4% degli abitanti. Nel tempo le modalità sono cambiate e si è passati dai semplici cassonetti sparsi per il paese alla raccolta porta a porta gestiti dalla società Cbbo. (Consorzio Bassa Bresciana Orientale) che si occupa della raccolta dei rifiuti dal 1992. I residenti del paese sono muniti di una tessera magnetica con la quale possono usufruire del servizio targato Cbbo. Inoltre la raccolta della plastica e da poco della carta avviene porta a porta e segue un apposito calendario.

PAVONE MELLA Nel comune si effettua la raccolta differenziata da circa 15 anni ed il 52% della popolazione ne prende parte, attraverso dei semplici cassonetti e l’isola ecologica. L’azienda che si occupa della raccolta è la Coges di San Gervasio, una società che opera nel settore della raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti urbani.

VEROLANUOVA Il paese svolge la raccolta da tantissimo tempo sempre attraverso i cassonetti gestiti dalla Coges. A effettuare la raccolta è il 48% della popolazione che può inoltre usufruire, come a Pavone Mella, dell’isola ecologica, area attrezzata per la raccolta differenziata di rifiuti di ogni tipo che evita lo smaltimento in discarica per recuperare risorse e tutelare meglio l’ambiente.

Lo smaltimento dei rifiuti: la raccolta differenziata

ARTICOLO PER L'EDIZIONE WEB
La differenziata è un sistema di raccolta dei rifiuti che ne prevede la separazione in modo tale da reindirizzare ciascun tipo di rifiuto verso il più adatto trattamento di smaltimento o recupero, senza i quali l’ambiente verrebbe inquinato in modo irreparabile.

La raccolta differenziata può essere effettuata attraverso diverse modalità. Una di queste è la raccolta stradale, in cui i cittadini devono mettere i loro rifiuti in contenitori per strada sui marciapiedi; i contenitori sono la campana, chiamati così per la forma, e il classico cassonetto, ognuno dei quali colorato o contrassegnato in modo diverso per evidenziare la tipologia di rifiuto a cui è destinato. I cassonetti possono essere anche privati, ovvero apribili solo con l’uso di una chiave o di una tessera magnetica rilasciata solo ai residenti del comune coinvolto.

Un’altra modalità è la raccolta porta a porta, che consiste nel ritiro a domicilio dei rifiuti. Gli incaricati del servizio forniscono spesso alle famiglie sacchi in plastica, bioplastica o carta, cestini e bidoni a seconda della tipologia dei rifiuti per facilitare lo svolgimento del processo. Questo metodo è particolarmente vantaggioso per il controllo della correttezza con cui i singoli utenti svolgono la raccolta, a differenza della raccolta stradale nella quale è impossibile controllare ogni persona che in qualsiasi momento della giornata può andare a buttare i rifiuti. Gli svantaggi di questo sistema sono invece i maggiori costi e le difficoltà organizzative per gli utenti.

Abbiamo intervistato dei cittadini chiedendo loro come si comportano riguardo la raccolta differenziata nel video che segue.

Intervista sulla raccolta differenziata

Gruppo di lavoro
I.I.S. V.Capirola
COMPONENTI

Elisa Poloni
Laura Spolvera
Valentina Loda