La vita è tutto un quiz
CONDIVIDI

29 Jan, 2018

Partecipazione al quiz televisivo “La vita è tutto un quiz” e al programma radiofonico “Non sparate all’armadillo”

Nelle vesti di un giornalista (testo destinato al giornale cartaceo)

Per due settimane noi studenti del Liceo delle Scienze Umane Fabrizio De André siamo stati ospiti del Giornale di Brescia.
“Ragazzi, domani parteciperete ad un quiz con il comico Giorgio Zanetti. Mi raccomando, cercate delle informazioni riguardo la sua vita e la sua carriera lavorativa”. Così il nostro tutor ci ha avvisato dell’incontro che avrebbe segnato una parte del nostro cammino di Alternanza Scuola-Lavoro.
Abbiamo cercato di documentarci con i mezzi a nostra disposizione, abbiamo visionato alcune puntate dei programmi televisivi che lo hanno avuto come protagonista e abbiamo scoperto i tratti essenziali della sua vita e le attività che nel corso degli anni lo hanno portato a svariati successi, quali la partecipazione a programmi televisivi e radiofonici sempre più importanti nel mondo della comicità, come Zelig.
Dagli show che abbiamo attentamente visionato grazie alle registrazioni conservate nella cineteca di Teletutto, il comico è parso senza dubbio divertente, simpatico, comunicativo e capace di valicare quel leggero velo che separa la comicità dalla logicità.
Tutto ciò ci è stato confermato il giorno seguente, quando abbiamo avuto l’opportunità di conoscerlo personalmente e di partecipare al programma televisivo “La vita è tutto un quiz” da lui ideato, nella quale alcuni telespettatori dovevano indovinare i titoli di cinque canzoni e nel caso in cui fossero riusciti avrebbero ricevuto in premio due tazze, direttamente autografate da Giorgio Zanetti in persona.
Abbiamo partecipato alla trasmissione sia attivamente come giocatori, sia passivamente come osservatori dietro le quinte, abbiamo inoltre scoperto che le quattro puntate che vanno in onda in quattro giorni diversi vengono registrate nel giro di poche ore, e l’artista Giorgio Zanetti si è dovuto cambiare d’abito più volte.
Inoltre, siamo stati direttamente coinvolti nella trasmissione radiofonica che lo stesso Zanetti conduce in diretta su radio bresciasette “Non sparate all’armadillo”, titolo da lui ideato, che ancora una volta conferma la genialità che si trova alla base della comicità; infatti non è conveniente sparare ad un armadillo, che per quanto possa sembrare debole, possiede una corazza capace di far rimbalzare il colpo sparato, ferendoti inesorabilmente.
Quella che abbiamo vissuto al GdB è stata un’esperienza significativa ed emozionante perché ci ha dato la possibilità di presentarci al pubblico della trasmissione radiofonica e di dare il nostro personale contributo per vivacizzarla con alcune battute, aneddoti, barzellette e curiosità sulla nostra vita quotidiana e sui nostri interessi.
L’esperienza di Alternanza Scuola-Lavoro, svolta in queste due settimane, è stata decisamente soddisfacente, poiché ci siamo sentiti coinvolti in ogni attività proposta e abbiamo avuto la possibilità di conoscere in cosa consiste il lavoro dei giornalisti e dei tecnici audio e video, e la grande importanza degli strumenti di comunicazione.
Irene Bracuti, Giulia Flora Zanchetta e Giovanni Castelletti

noi, piccoli giornalisti

“Ragazzi domani parteciperete ad un quiz con il comico Giorgio Zanetti, mi raccomando cercate delle informazioni riguardo la sua vita e la sua carriera lavorativa”, così il nostro tutor ci ha avvisato dell’incontro con quell’ignoto personaggio.
Abbiamo cercato di documentarci con i mezzi a nostra disposizione e abbiamo scoperto i tratti essenziali della sua vita e le attività che nel corso degli anni lo hanno portato a molti successi, come la partecipazione a programmi televisivi e radiofonici importanti nel mondo della comicità, come Zelig.
Dagli show che abbiamo guardato, il comico è parso divertente e capace di valicare quel leggero velo che separa la comicità dalla logicità.
Tutto ciò ci è stato confermato il giorno seguente, quando abbiamo avuto l’opportunità di conoscerlo personalmente e di partecipare al programma televisivo “La vita è tutto un quiz”, nella quale alcuni telespettatori dovevano indovinare i titoli di cinque canzoni.
Abbiamo partecipato alla trasmissione sia attivamente come giocatori, sia passivamente come osservatori dietro le quinte.
Inoltre, siamo stati coinvolti nella trasmissione radiofonica in diretta su radio bresciasette “Non sparate all’armadillo”, titolo che ancora una volta conferma la genialità che si trova alla base della comicità; infatti non è conveniente sparare ad un armadillo, che per quanto possa sembrare debole, possiede una corazza capace di far rimbalzare il colpo sparato, ferendoti inesorabilmente
E’ stata un’esperienza significativa ed emozionante perché ci ha dato la possibilità di presentarci al pubblico e di dare il nostro personale contributo.
Irene Bracuti, Giulia Flora Zanchetta e Giovanni Castelletti

Alternanza all'Editoriale bresciana

Video promozionale del Liceo Fabrizio De Andrè

Gruppo di lavoro
Liceo Scienze Umane F. De André
COMPONENTI

Irene Bracuti
Giulia Flora Zanchetta
Giovanni Castelletti

Altri progetti
Istituto Madonna della Neve   29 Jun, 2018
Istituto Madonna della Neve   22 Jun, 2018
Istituto Madonna della Neve   16 Jun, 2018