Le sorelle Fanchini: dentro (e oltre) lo sport
CONDIVIDI

02 Feb, 2018

A partire dalla vicenda sportiva delle sorelle Fanchini abbiaamo provato a raccontare cosa significhi essere protagonisti nello sport

Elena e Nadia Fanchini, orgoglio bresciano (testo destinato al giornale cartaceo)

Goggia al primo posto, seguita da Brignone e Fanchini: "Una grande impresa che dedico a mia sorella Elena” così Nadia Fanchini definisce il suo terzo posto nella storica libera di Coppa del Mondo a Bad Kleinkirchheim. Incredibile la rinascita della terza classificata che dopo numerosi infortuni riesce a riconquistare il podio. “Indescrivibile, ma avrei voluto Elena al posto mio” afferma Nadia durante l’intervista rilasciata sotto il podio; “nei giorni scorsi Elena mi aveva chiesto di correre anche per lei e di dare il massimo, ma io avevo paura di deluderla”. Elena infatti è costretta ad abbandonare il sogno olimpico: ora si trova davanti alla sfida più grande. Si è trovata di fronte un rivale inaspettato che ha posto fine alla sua stagione e ad ogni sua ambizione. L’allarme è scattato in seguito alla mancata convocazione per il weekend di Bad Kleinkirchheim; queste circostanze facevano già presagire che l’assenza non fosse dovuta a problemi strettamente sportivi. A rompere il silenzio è stata la stessa Elena attraverso il messaggio sul suo profilo Instagram, rendendo noto ai suoi fans il terribile nemico, la pesante malattia con cui è costretta a lottare. Dalle sue parole traspare una grande voglia di riscatto. L’atleta bresciana affronta tutto questo con grande serenità e annuncia di voler tornare in pista quanto prima possibile, escludendo così ogni possibilità di ritiro.
Le sorelle Fanchini pensano sempre l'una all'altra, non è una sorpresa infatti che alla fine della gara Nadia nel parterre ha subito chiamato la sorella maggiore riferendole ancora incredula della sua vittoria. "Io glielo avevo detto che poteva fare una grande gara” dice Elena da casa, con la quale Nadia si era sentita al telefono anche poco prima del via. Le sorelle Fanchini sono così, prendere o lasciare. La solidarietà nei confronti della giovane 32enne non proviene soltanto dai famigliari o dagli amici. L’annuncio fatto da Elena su internet venerdì 12 gennaio ha portato una ventata di commozione ed empatia da parte di tutti coloro che la sostenevano sui social. “Lo sport italiano ti aspetta più forte di prima” dichiara il presidente del Coni Giovanni Malagò.
Oltre al sostegno sportivo, Elena rimane impressionata dai numerosi messaggi che le arrivano quotidianamente all’interno dei quali ragazzi di qualsiasi età le raccontano la propria storia, considerandola una figura di riferimento e un esempio di coraggio. “Grazie ai vostri messaggi ho sentito un incredibile affetto che mi da tanta forza”. Nonostante la situazione della sorella e i numerosi impegni che il suo sport prevede, Nadia si allontana dall’ambiente agonistico durante il suo giorno di riposo per sciare in piena autonomia come una ragazza normale. “Ho sciato in campo libero, come una turista: è uno spettacolo". Elena è stata ospite, insieme alla mamma, al programma “La vita in diretta” su Rai1 dove ha ribadito di non volersi arrendere alla malattia. "Io non smetto di fare quello che amo: sciare. E questo mi dà la forza per combattere”.

Le sorelle fanchini: modelli da seguire (testo destinato al web)

Libera di Bad Kleinkirchheim, podio tutto azzurro: Goggia al primo posto, seguita da Brignone e Fanchini. "Una grande impresa che dedico a mia sorella Elena” - così Nadia Fanchini definisce il suo terzo posto in Coppa del Mondo del 14 gennaio. “Indescrivibile, ma avrei voluto mia sorella al posto mio” afferma inoltre durante un’intervista. Elena Fanchini è infatti è costretta ad abbandonare il sogno olimpico; si è trovata di fronte un rivale inaspettato che ha posto fine alla sua stagione. L’allarme è scattato in seguito alla mancata convocazione per il weekend di Bad Kleinkirchheim. A rompere il silenzio è stata la stessa atleta attraverso un post sul suo profilo Instagram, dichiarando pubblicamente la sua malattia. La giovane bresciana affronta tutto questo con grande serenità e annuncia di voler tornare in pista quanto prima possibile. L’annuncio fatto da Elena su internet venerdì 12 gennaio ha portato una ventata di commozione ed empatia da parte di tutti coloro che la sostengono sui social. “Lo sport italiano ti aspetta più forte di prima” dichiara il presidente del Coni Giovanni Malagò. Oltre al sostegno sportivo, Elena rimane impressionata dai numerosi messaggi che le arrivano quotidianamente da ragazzi di ogni età che le raccontano la propria storia, considerandola una figura di riferimento e un esempio di coraggio. “Grazie ai vostri messaggi ho sentito un incredibile affetto che mi da tanta forza”. Successivamente Elena è stata ospite al programma “La vita in diretta” su Rai1, dove ha ribadito di non volersi arrendere al tumore.

Sorelle Fanchini Video Gallery

Gruppo di lavoro
Liceo Scienze Umane P. Mazzolari
COMPONENTI

Miriam Berri
Valeria Arrigo
Alice Beschi
Giorgia Papetti
Riccardo Nervi

Altri progetti
Istituto Madonna della Neve   29 Jun, 2018
Istituto Madonna della Neve   22 Jun, 2018
Istituto Madonna della Neve   16 Jun, 2018